Dopo le sedi di due sindacati, ieri notte sono finiti nel mirino gli uffici del Pubblico Registro Automobilistico in via Duca del Mare e persino il poliambulatorio Asl di Latina Scalo. Gli scassinatori continuano a prendere di mira gli uffici, obiettivi facili, ma al tempo stesso poco remunerativi per gli scassinatori che anche questa volta si sono dovuti accontentare di un bottino magro.
La scoperta di entrambi i furti risale alla mattina di ieri, quando i rispettivi responsabili si sono presentati per l'apertura. Sintomo che i ladri erano alla ricerca di azioni facili: puntavano attività prive di allarme per lavorare indisturbati. Insomma, se si trattava di professionisti dello scasso, in ogni caso non volevano rischiare troppo.
In tutti e due i casi i soliti ignoti sono riusciti a introdursi facilmente negli uffici visto che non sono stati trovati segni di scasso. Al poliambulatorio Asl di via della Stazione non hanno trovato nulla di loro interesse e hanno cercato di smurare una cassaforte, ma hanno desistito lasciando addirittura gli arnesi da scasso: forse sono stati disturbati dal passaggio di una pattuglia e sono scappati in fretta o semplicemente hanno perso troppo tempo. Del resto si trattava di un'impresa inutile: la cassetta era vuota e inutilizzata da tempo.
Negli uffici del Pra al primo piano del palazzo "Pegasol" in centro, invece, i ladri si sono limitati a forzare i distributori automatici di snack e bevande per razziare gli incassi.
I poliziotti della Squadra Volante intervenuti per gli accertamenti del caso non escludono che si tratti appunto della stessabanda che, nelle ultime settimane, ha visitato le sedi dei sindacati Cgil, in via Cerveteri, e Flaica a piazza del Mercato.