Sarà processato con il rito abbreviato l'ex assessore comunale all'Urbanistica Giuseppe Di Rubbo, imputato insieme ad altre cinque persone nell'inchiesta sulla Variante di Borgo Piave a Latina. Nel corso dell'udienza che si è svolta questa mattina, alcuni difensori degli imputati hanno presentato una relazione tecnica per ricostruire la storia urbanistica dell'area dove è stata realizzata la palazzina costruita da una società dell'ex consigliere Vincenzo Malvaso anche lui imputato. Sarà il giudice Pierpaolo Bortone a dover tenere in considerazione la lunga relazione di 150 pagine con cui le difese cercano di sconfessare il teorema accusatorio a decidere poi quando è prevista la discussione, il prossimo 10 luglio, sulle richieste di rinvio a giudizio del pm Gregorio Capasso. Sul banco degli imputati ci sono anche il dirigente comunale Ventura Monti, Marco Paccosi e Fabio De Marchi e il progettista e direttore dei lavori, Antonio Petti. Le accuse sono a vario titolo abuso d'ufficio, falso e abuso edilizio.