L'altra mattina, intorno alle 10, in via della Stazione, a Priverno, nel tratto tra la rotatoria di Borgo Sant'Antonio e l'incrocio con via del Falzarano, si sono vissuti momenti di panico, simili a quelli del 25 marzo scorso. Protagonisti ancora due pitbull che, senza museruola - stando alla polizia municipale del centro collinare lepino, che sta seguendo il caso, sarebbero gli stessi del 25 marzo -, hanno aggredito un cane di piccola taglia, portato al guinzaglio dalla proprietaria, una ragazza di 25 anni del luogo. La bestiola ha riportato, oltre a graffi vari, una ferita a un orecchio. Portato dal veterinario di fiducia, al piccolo cane sono state fatte le medicazioni del caso e poi la ferita è stata chiusa con alcuni punti di sutura. È rimasta ferita, purtroppo, pure la ragazza che, non mollando il guinzaglio, è caduta ed è stata trascinata per alcuni metri sull'asfalto, tanto da dover ricorrere alle cure dei sanitari. Le persone che si trovavano a passare nella zona, dopo i primi naturali attimi di smarrimento, con grida e gesti, hanno allontanato i due grossi cani, che si sono dati alla fuga, tornando nel luogo dal quale erano partiti in via Limaccette, alla periferia di Priverno, dove erano custoditi all'interno di una recinzione, che, evidentemente, erano riusciti a scavalcare. Lì si è portato personale del Servizio veterinario della Asl, unitamente a una pattuglia della polizia locale privernate. Saranno proprio i vigili urbani ad attivare le procedure del caso. Il primo episodio, come detto, si era verificato il 25 marzo, quando, nella stessa zona, uno dei due pitbull aveva aggredito un cagnolino, portato al guinzaglio da una bambina di quattro anni, accompagnata dalla mamma, che aveva messo al sicuro la piccola all'interno del gazebo di un bar. Il rapido intervento del papà della bambina, un poliziotto fuori servizio, aveva evitato il peggio per lo yorkshire, bloccando il pitbull. Qualche settimana fa, sempre nella mattinata, era stata segnalata alla polizia municipale di Priverno la presenza dei due pitbull in via Limaccette, in prossimità della recinzione all'interno della quale sono custoditi. In quella circostanza, però, non si verificarono episodi violenti.