Saranno interrogati domani mattina dal giudice per le indagini preliminari Laura Matilde Campoli, Yousseff Berrazzouk e Francesca Zorzo, finiti agli arresti domiciliari nell'inchiesta condotta dalla Squadra Mobile sulla compravendita di una neonata, partorita da una donna romena, anche lei arrestata, si tratta di Tanase Nicoleta Vergica. Sia il cittadino straniero che la 37enne di Latina che aveva deciso di acquistare la neonata, compariranno davanti al magistrato per l'interrogatorio di garanzia. L'altro interrogatorio invece è fissato per rogatoria. Sono stati gli agenti della Squadra Mobile, coordinati dal dirigente Antonio Galante, a ricostruire i fatti sulla scorta di una serie di anomalie che hanno accertato, subito dopo la segnalazione arrivata dall'Ufficio Stato Civile del Comune di Latina, poi il pm Gregorio Capasso ha aperto un'inchiesta e ha chiesto l'emissione di un provvedimento restrittivo che è stato eseguito nei giorni scorsi.