Spari nella notte ad Aprilia, il movente dietro al gravissimo atto intimidatorio consumatosi tra lunedì e martedì potrebbe essere legato all'attività del proprietario della vettura raggiunta da almeno 4 colpi di pistola. Sebbene al momento non è dato sapere praticamente nulla sullo stato delle indagini, sembra che la pista "personale" come ad esempio quella passionale stia perdendo consistenza, ma allo stesso tempo gli inquirenti starebbero ancora vagliando tutta la vita professionale e commerciale del presunto destinatario del messaggio di piombo. Gestore di un bar potrebbe essere nato proprio in questo ambito il movente che ha armato la mano che l'altra notte ha fatto fuoco quattro volte di seguito. E inoltre a far fuoco potrebbe non essere stato il mandante del messaggio, ma qualcuno chiamato proprio a tal scopo che si sarebbe dileguato poco dopo, magari facendo ritorno in un'altra città. Non è infatti raro che per gesta del genere si incarichi qualcuno disposto a tutto per soldi. 

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (giovedì 4 maggio)