Il fiume Amaseno segna il confine naturale tra il territorio del Comune di Roccasecca dei Volsci e quello del Comune di Priverno, raggiungibili, l'un l'altro, attraverso ponti e ponticelli di vecchia data. Due di essi sono stati rifatti ex novo recentemente. Il primo, di dimensioni piuttosto ampie, è quello che garantisce lo svincolo di Priverno della superstrada Frosinone - Mare con collegamento alla Provinciale Marittima II. Il secondo, di modeste dimensioni, attraversa il fiume in località Mole dell'Abbadia. E, più che rifatto, è stato sistemato e ristretto nella carreggiata, per impedire il passaggio di mezzi pesanti. Ora si è creato un problema di stabilità e sicurezza a un altro ponte, sicuramente meno importante, ma abbastanza frequentato. Ed è quello in prossimità della cosiddetta diga. Tanto che il responsabile della polizia locale di Roccasecca dei Volsci ieri ha emesso una specifica ordinanza, in cui per lo stato di degrado del ponte, risulta pericoloso il passaggio di veicoli e pedoni. L'Ufficio tecnico comunale di Roccasecca dei Volsci ha già programmato lavori straordinari di manutenzione e consolidamento ai fini della sicurezza del ponte. Ma, nelle more dell'esecuzione dei lavori e per urgenti motivi di sicurezza ed incolumità pubblica, è stata necessaria l'ordinanza del comandante della municipale del piccolo Comune ausono, tesa a interdire il transito veicolare e pedonale su quel ponte, mediante il posizionamento sui due lati di barriere New Jersey in cemento. Sulla vicenda del ponte il Comune di Roccasecca dei Volsci, il 27 aprile scorso, ha ricevuto anche una nota della Prefettura di Latina, con la quale si comunicava - a seguito di segnalazione di privati - la pericolosità dell'attraversamento dell'Amaseno. La chiusura, da entrambi i lati, con il posizionamento dei blocchi di cemento è stata effettuata da una ditta di Priverno. L'ordinanza è stata inviata anche alla polizia locale e ai carabinieri di Priverno e alla polizia stradale di Latina.