Viaggiava con dei borsoni pieni zeppi di oppio destinate a rifornire la zona di Sabaudia e probabilmente non solo quella. Ma non è sfuggito ai controlli dei militari dell'Arma. Ieri pomeriggio infatti i carabinieri della Stazione di Sabaudia al termine di specifica indagine hanno arrestato un cittadino indiano 20enne domiciliato a Sabaudia per detenzione fini spaccio di ingente quantitativo di stupefacente. Il giovane era appena sceso dal treno regionale proveniente da Roma quando a Priverno località Fossanova scattava il controllo dei Carabinieri che lo sottoponevano a perquisizione e all'interno delle sue due voluminose valigie rinvenivano e sottoponevano a sequestro 18 kg di bulbi di papavero già essiccati e suddivisi in 180 dosi nonché 400 euro contanti provento di avvenuta vendita. L'indiano dichiarato in arresto è stato trattenuto nelle camere di sicurezza dell'Arma in attesa del rito direttissimo. Un giro probabilmente sottovalutato quello dell'oppio m su cui le forze dell'ordine tengono da tempo alta l'attenzione. Ancora si conosce poco di questo traffico che ha comunque preso piede soprattutto in provincia di Latina dove i sequestri diventano sempre più frequenti ed ingenti.