Aveva rapinato un'anziana ed ora scattano i provvedimenti. Infatti, il personale della Squadra Volante ha provveduto ad eseguire il collocamento coattivo in comunità di un giovane del 1999 di Aprilia, poiché in concorso con un complice maggiorenne consumava una rapina nei confronti di una donna di Latina di anni 82.

I fatti accadevano a Latina il 4 aprile scorso, quando i due malviventi, a bordo di una moto Yamaha TMAX, con il volto travisato dal casco, si avvicinavano alla vittima con la scusa di chiederle un'informazione.

All'improvviso il minore, seduto posteriormente, scendeva dal veicolo e con estrema efferatezza afferrava il collo dell'anziana donna con una mano, mentre con l'altra tentava di strapparle la catenina in oro che indossava, evento che non si verificava grazie all'intervento di un passante, che notato quanto stava accadendo telefonava alle Forze dell'Ordine per chiedere aiuto, cosa che faceva desistere i malfattori dal loro intento, mettendoli in fuga.

La donna veniva soccorsa e curata dai medici dell'ospedale di Latina.

Dalle indagini svolte, si risaliva pertanto ai responsabili della rapina e al veicolo utilizzato per compierla.

Il GIP del Tribunale dei Minorenni di Roma, valutati gli indizi schiaccianti, considerando che lo stesso avesse a suo carico recenti precedenti di polizia per furto in appartamento, che trattasi di un nullafacente, disponeva quale misura cautelare il suo collocamento presso una comunità per minorenni, in attesa del processo per i reati ascrittogli, misura che veniva eseguita dal personale della Squadra Volante.