Resta in carcere l'uomo di 34 anni di Aprilia accusato di tentata violenza sessuale nei confronti di un minore che ha 12 anni, adescato su Facebook. E' quello che ha deciso il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Latina Laura Matilde Campoli nei confronti dell'indagato che nel corso dell'interrogatorio di convalida si è avvalso della facoltà di non rispondere. Il pm Luigia Spinelli aveva chiesto il carcere per l'indagato, inchiodato da una serie di riscontri anche sul social network e a pesare sono stati anche alcuni precedenti penali, tra cui quello di atti osceni in luogo pubblico. L'arresto dei carabinieri del Comando Provinciale di Latina era scattato giovedì scorso, l'adolescente dopo che aveva ricevuto delle proposte di natura sessuale, aveva avvisato i genitori che hanno chiamato i carabinieri che hanno preparato una trappola.