Nella mattinata di oggi, a Roma, in particolar modo nella sede dell'assessorato all'Ambiente della Regione Lazio, è andata in scena una riunione utile a fare il punto della situazione relativa all'incendio domato dopo cinque giorni di fiamme all'interno del deposito di rifiuti della ex "Eco-X" di Pomezia. 

In particolare, alla tavola rotonda erano presenti l'assessore Mauro Buschini, il sindaco di Pomezia Fabio Fucci, l'Arpa Lazio, i vigili del fuoco, la Asl Roma 6, oltre ad altri rappresentanti istituzionali invitati. "Nel corso della riunione - hanno spiegato dalla Regione - l'Arpa Lazio ha consegnato agli altri enti il modello che individua la aree nelle quali con più probabilità potrebbero esservi state ricadute di sostanze inquinanti sulle quali, pertanto, concentrare le analisi di suoli, acque e prodotti della filiera agroalimentare. In attesa delle risultanze dell'attività di monitoraggio, già avviata dopo l'incendio, riferita a diossine e amianto, sono state fornite dalle Autorità sanitarie al sindaco di Pomezia, a seguito delle ordinanze emanate nei primi giorni a titolo precauzionale, alcune indicazioni da fornire a cittadini e residenti nell'area interessata dall'incendio momentaneamente allontanati dalle proprie abitazioni".