La questura di Latina è  scesa in campo per setacciare il quartiere Nicolosi e l'area circostante le autolinee ove stazionano ragazzi in partenza, e giovani italiani ed extracomunitari che spesso bivaccano immotivatamente. I servizi in questione, ai quali hanno partecipato anche equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Lazio  sono stati finalizzati a ripristinare il decoro ed il rispetto della legalità e a migliorare la percezione della sicurezza da parte di tutti i cittadini. Per l'occasione è stato utilizzato il Sistema Mercurio, la nuova piattaforma tecnologica della Polizia di Stato per il controllo del territorio.  Il sistema, fissato sulla plancia delle autovetture di servizio e costituito da un tablet (che può anche essere rimosso e utilizzato all'esterno), con schermo multi-touch da 10 pollici e da una telecamera esterna dotata di zoom ottico 36x, viene utilizzato per la video sorveglianza in mobilità e per il servizio di lettura automatica delle targhe (ANPR).  Mercurio consente la geolocalizzazione costante tramite l'invio delle coordinate cartografiche alla Centrale Operativa, che sarà dunque sempre informata in tempo reale sulla posizione delle proprie unità e potrà intervenire in maniere più rapida ed efficace in situazioni di emergenza. L'avanzatissimo congegno consente di compiere accertamenti diretti sulle persone fermate in strada, di leggere automaticamente le targhe, riconoscendone in tempo reale i numeri e le lettere comparandoli con quelli presenti nell'archivio delle auto rubate. Qualora il riscontro sia positivo, gli agenti possono pertanto intervenire all'istante. Sono state  perseguite a norma di legge tutti i tipi di violazioni, identificando il maggior numero di persone sospette e controllando i cittadini stranieri verificando la loro posizione sul territorio nazionale. Cosi sono stati controllati  veicoli e conducenti in sosta e transito, elevando le previste sanzioni al codice della strada e sequestrando autovetture. In particolare, ieri pomeriggio, le pattuglie della Polizia di Stato  impegnante in quella zona hanno identificato 37 persone, effettuato 5 posti di blocco, elevato 18 contravvenzioni per violazioni al codice della strada, controllato 17 veicoli, ritirato 5 patenti, ritirato due carte di circolazione e sequestrato due veicoli.