Saranno ascoltati per l'interrogatorio di garanzia il 17 maggio in Tribunale a Latina al gip Mara Mattioli, i tre dipendenti del Provveditorato agli Studi sospesi per un anno dal servizio in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare, firmata dal magistrato che ha accolto le risultanze investigative della Procura e della Guardia di Finanza. L'accusa contestata per gli indagati che in tutto sono quattro tra cui un impiegato che è andato in pensione, è quella di truffa aggravata ai danni dello Stato. Le indagini dei finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza, coordinati dal comandante Carlo Simoncini, hanno permesso di scoprire la condotta di un dipendente che secondo quanto accertato, si assentava dal lavoro e veniva aiutato anche da alcuni colleghi per timbrare il cartellino.Il via agli accertamenti dopo un esposto presentato alla fine del 2015.