Mattinata di verifiche, quella di oggi (5 giugno 2017), nella zona del complesso immobiliare delle Salzare, lungo la via Litoranea. I carabinieri delle compagnia di Anzio e Pomezia - rispettivamente coordinate dal capitano Lorenzo Buschittari e dal tenente Cesare Calascibetta - hanno dato vita a una serie di verifiche negli spazi comuni e all'interno degli appartamenti della zona, con particolare attenzione alla palazzina D, ossia quella di prossima demolizione e quasi tutta occupata abusivamente.

Moltissime le persone identificate, alcune delle quali - a margine dei controlli, effettuati anche con l'aiuto di un elicottero - sono state portate in caserma a Pomezia, dove sono state fotosegnalate, identificate e, vista l'assenza di pendenze, rilasciate.

Nessuno, dunque, sarebbe stato arrestato.

Chiaramente, l'arrivo dei carabinieri è stato accolto con favore da quei cittadini italiani residenti nel complesso che, regolarmente proprietari di un appartamento, vedono spesso attorno a sé fenomeni di illegalità diffusa. La presenza dello Stato, dunque, è stata apprezzata dai cittadini.