Questa mattina (5 giugno 2017), durante uno dei consueti servizi di controllo del territorio, la Volante del commissariato di Anzio, transitando in una zona a cavallo fra i quartieri di Falasche e Villa Claudia, ad Anzio, ha notato la presenza di un grosso borsone sospetto a ridosso di un piccolo bosco sito nei pressi di un terreno incolto.

Gli agenti, quindi, hanno deciso di aprirlo e, al suo interno, hanno ritrovato molti pezzi di argenteria (tra cui vassoi, vasellame, una caffettiera e delle posate) oltre a un tablet e a uno smartphone di ultima generazione.

Di conseguenza, sospettando che si trattasse di merce rubata, sono iniziate delle rapide indagini, che hanno portato a scoprire un furto perpetrato nella notte a Villa Claudia. In particolare, degli ignoti ladri avevano scardinato un'inferriata e, mentre i proprietari di casa dormivano, si erano introdotti nell'abitazione e avevano fatto incetta degli oggetti poi ritrovati, lasciando il borsone in un luogo ritenuto sicuro e in attesa di portarlo via.

Sono stati gli stessi poliziotti a contattare la signora rimasta vittima del furto che, accortasi dell'accaduto, stava per recarsi in commissariato.

Di conseguenza, raggiunti gli uffici di viale Antium, la stessa ha formalizzato la denuncia e si è vista restituire quanto le era stato trafugato.

Commossa, la donna ha ringraziato i poliziotti per il lavoro svolto.