La buona sanità comincia anche dagli ambienti nei quali sono alloggiati gli equipaggi dell'Ares. A Priverno, da alcuni mesi, l'ambulanza è posizionata nella zona 167 di Osteria dei Pignatari e l'equipaggio è ospitato in un ex garage, adeguatamente riadattato. L'automedica, invece, è ancora nel parco del castello di San Martino, e l'equipaggio (medico e infermiere/autista) è sistemato nella pertinenza che dà sulla Provinciale Marittima seconda. Potrebbe essere un posto tranquillo, se non fosse, a parte la caldaia dell'acqua calda non funzionante, per l'ambiente circostante: erba alta, rami di alberi pendenti, serpentelli che, talvolta, arrivano anche davanti alla porta di ingresso e topolini di campagna che camminano tranquillamente sui rami di alcuni alberi, che arrivano fin quasi alle finestre del piccolo immobile, tanto che difficilmente vengono aperte. Per non parlare, in questa parte di fine primavera e di inizio della stagione estiva, della presenza di insetti, moscerini e zanzare. E, di notte, arrivano addirittura dei cinghiali in cerca di cibo. Insomma, quel locale avrebbe bisogno di un intervento e soprattutto gli ambienti esterni necessiterebbero di una buona opera di bonifica.