Nella mattinata odierna la Polizia di Stato ha proceduto alle operazioni di allontanamento di 20 migranti, tutti originari del Bangladesh, ospitati presso il centro di accoglienza straordinario ubicato in Via dei Martiri Fondani, gestito dall'Associazione "Azalea Onlus". L'attività si è resa necessaria alla luce di quanto accaduto la mattinata del 2 giugno u.s., quando il personale del Commissariato di P.S. di Fondi è dovuto intervenire presso il Centro ove i rifugiati lamentando numerose carenze, avevano inscenato una violenta protesta, danneggiando gli arredi, i serramenti e il mobilio e minacciando fisicamente sia il responsabile della struttura che il mediatore culturale.  Dopo una intensa attività di mediazione i poliziotti riuscivano a riportare la calma riconducendo alla ragione gli stranieri e consentendo agli operatori dell'Associazione di riprendere il loro lavoro all'interno del centro.

Durante la protesta i migranti avevano danneggiato la struttura ed i sui arredi e pertanto si provvedeva ad acquisire le generalità dei manifestanti, nonché la denuncia da parte del rappresentante dell'Associazione per i reati di minacce, danneggiamento e interruzione di servizio di pubblica necessità. Raccolti tutti gli elementi utili questa mattinata i cittadini Bengalesi identificati quali responsabili dei fatti sono stati tutti accompagnati presso l'Ufficio Immigrazione per le connesse attività amministrative e la notifica dei provvedimenti emessi dal Prefetto di Latina di revoca dell'accoglienza presso un Centro di Accoglienza Straordinaria per rifugiati.