Aspettano che i proprietari delle macchine si allontanino e, appena il campo è libero, entrano in azione. Si avvicinano, sfondano il finestrino con un sasso o un oggetto contundente e in pochi istanti ripuliscono l'abitacolo. La refurtiva, nella maggior parte dei casi, è di poco conto: perlopiù borse con effetti personali o un indumento lasciato in macchina. Un paio di episodi si sono registrati nel weekend nel piazzale di altrettante attività commerciali lungo la Pontina, nella periferia di Terracina. La dinamica dei fatti è chiara, il metodo è collaudato. Il danneggiamento dei veicoli e il furto vengono consumati in un attimo. Poi i ladri si allontanano col bottino facendo perdere le proprie tracce. Le vittime si accorgono di essere state derubate solo quando tornano alla macchina. In tutti e due i casi i soggetti derubati si sono rivolti agli uffici del commissariato di polizia di Terracina. Gli agenti hanno avviato come da prassi gli accertamenti del caso.