Si sono aperte le porte del carcere per Kenzo Jovanovic, il più grande dei due fratelli rom sorpresi martedì, dai poliziotti della Squadra Volante, a svaligiare un appartamento in via della Stazione. Il diciottenne stamattina è comparso davanti al giudice monocratico del Tribunale di Latina che, una volta convalidato l'arresto, ha concesso i termini a difesa e rinviato l'udienza al prossimo 24 luglio, disponendo per il giovane la custodia cautelare dietro le sbarre della casa circondariale di via Aspromonte, fino al giorno del processo.
L'arresto era scattato in pieno giorno quando un cittadino, insospettito dai rumori, aveva allertato il 113. I poliziotti della Squadra Volante avevano sorpreso i due fratelli mentre razziavano l'appartamento al piano rialzato di un condominio di via della Stazione dopo avere rotto una finestra: il fratello più piccolo, che fungeva da palo, era stato denunciato al Tribunale per i minori e affidato a una casa famiglia, mentre l'altro era finito appunto in manette.