Respinta la richiesta di costituzione di parte civile del Movimento 5 Stelle di Formia, nell'ambito del processo che vede accusato del reati di voto di scambio l'attuale sindaco di Formia, Sandro Bartolomeo. Insieme a lui, seduto al banco degli imputati, anche chi avrebbe promesso il voto in cambio di un appalto ed il responsabile del procedimento.
Ieri mattina al Tribunale di Cassino, si è svolto l'udienza preliminare davanti al gup, giudice per le udienze preliminari, Salvatore Scalera, relativa all'inchiesta sull'affidamento del servizio di pulizia delle spiagge alla società "Impero Romano".