Le giornate di ieri e giovedì, per il litorale di Ardea, sono state contrassegnate da un paio di operazioni poste in essere in spiaggia. Quella più recente, curata dalla ditta che si occupa dell'igiene urbana della città, ha visto la pulizia dell'arenile e la rimozione di tutti gli ombrelloni e gli oggetti da mare lasciati incustoditi lungo la spiaggia libera antistante il consorzio "La Sbarra"; l'altra, invece, è stata eseguita a Lido dei Pini dalla Guardia costiera di Torvajanica, a tutela dei consumatori di frutti di mare.


A Tor San Lorenzo
Alle 5.30 di ieri mattina, un grosso trattore munito di vaglio ha avuto accesso alla spiaggia che fronteggia il consorzio "La Sbarra" e, insieme al responsabile della ditta e al direttore dei lavori, è stato liberato l'intero arenile libero da ombrelloni, sdraio, lettini e altro materiale lasciato incustodito dai bagnanti. Il tutto, al fine di consentire il passaggio del trattore col vaglio.
Chiaramente, ombrelloni e altro materiale non potrebbero essere lasciati lungo le spiagge pubbliche: la norma, infatti, prevede che gli utilizzatori dell'arenile a libera fruizione debbano portare via tutto il materiale da spiaggia, senza trasformare la battigia in una sorta di stabilimento "alternativo".
Tra l'altro, gli oggetti abbandonati in spiaggia vengono assimilati ai rifiuti e, dunque, vengono smaltiti come tali. Buona parte del materiale, però, è stata lasciata per alcune ore sull'arenile, coi proprietari che hanno potuto prendere il materiale prima che venisse avviato a discarica.


Gli altri controlli
A sorvegliare sul buon andamento delle operazioni c'era il personale della Guardia costiera di Torvajanica, che nel giorno precedente aveva effettuato un'operazione sul litorale antistante il consorzio di Lido dei Pini. In particolare, il personale coordinato dal comandante, luogotenente Massimo Costabile, ha sequestrato diversi frutti di mare messi in vendita da alcuni ambulanti abusivi. Chiaramente, i prodotti sequestrati - in quanto mal conservati - sono stati avviati a distruzione.