Un'aggressione senza un motivo apparente. Di punto in bianco durante una festa all'oratorio della chiesa Sant'Anna di Pontinia. I fatti sono accaduti qualche giorno fa e hanno visto protagonisti due minori: il presunto aggressore e la presunta vittima. Ieri i genitori di quest'ultimo hanno deciso di sporgere denuncia per lesioni presso la caserma dei carabinieri di Pontinia, guidata dal comandante La Runa.
I fatti si sono consumati in una manciata di secondi. La presunta vittima, 13 anni, avrebbe chiesto all'altro minore, un 14enne, di spostarsi un po' più in là per farlo sedere. Alla risposta negativa si sarebbe seduto ugualmente e a quel punto l'aggressione. Due pugni sferrati in volto poco sotto l'occhio, all'altezza dello zigomo. Il 13enne non ha reagito.
Tornato a casa il ragazzo ha raccontato quanto accaduto ai genitori, allarmati per il vistoso ematoma sotto l'occhio. Per scongiurare la presenza di eventuali traumi o lesioni serie, il 13enne è stato portato al pronto soccorso dell'ospedale "Santa Maria Goretti" di Latina per essere visitato dal personale medico-sanitario. Qui gli sono state diagnosticate delle ferite giudicate guaribili in sette giorni.
Nella giornata di ieri i genitori del 13enne hanno deciso di sporgere denuncia per lesioni nei confronti dell'altro minore presso la stazione dei carabinieri per quanto accaduto nei giorni scorsi.