La Procura di Latina ha disposto una perizia sulla pistola Tanfoglio 9X21 utiizzata sequestrata dalla polizia l'altra notte quando un uomo di 47 anni mentre rincorreva i ladri che erano entrati nella sua azienda a Borgo Faiti ha sparato per sbaglio al figlio. Il pm Simona Gentile infatti ha disposto questo esame per non lasciare nulla di intentato. L'arma che è regolarmente denunciata ed è per uso sportivo, è stata consegnata spontaneamente dall'uomo alla polizia subito dopo i fatti, il ragazzo è stato centrato alla gamba e ha riportato la frattura del femore ed è sempre ricoverato al Goretti. L'incarico sarà affidato ad un consulente balistico e i risultati si conosceranno dopo l'estate. La difesa del papà che è indagato per lesioni colpose gravissime, punta sulla legittima difesa e sul clima di esasperazione per i continui furti notturni in azienda come l'altra notte quando l'uomo ha rincorso una banda di ladri.