Colpisce la cognata con due coltellate all'addome e poi minaccia il padre e il fratello. Solo l'intervento degli agenti della Squadra Volante ha evitato il peggio. Tutto è iniziato ieri sera  intorno alle  22 circa quando  al 113 arriva una richiesta d'intervento per una lite in famiglia. Gli agenti della Polizia di Stato immediatamente hanno raggiunto un appartamento di via Kennedy. Una volta entrati nell'abitazione i poliziotti hanno raggiunto la cucina dove una donna armata di coltello - che sarà poi identificata in Nadia Lepri, 38 anni -   in preda ad una crisi minacciava i propri familiari. Nella stanza accanto sul letto c'era invece una donna ferita in una pozza di sangue.  La 38enne armata nonchè nota pregiudicata, nel frattempo urlava "Li ammazzo tutti…."  brandendo un grosso coltello da cucina. Gli uomini della Polizia di Stato sono riusciti a bloccarla e a disarmarla impedendole cosi di ferire gli altri familiari presenti in casa. Il fratello e il padre della donna hanno raccontato che durante la cena la 38enne  ubriaca e sotto l'effetto della droga, al culmine di un violento diverbio aveva colpito con due fendenti all'addome la cognata B.E.  poi trasferita d'urgenza presso l'ospedale Santa Maria Goretti di Latina.. Portata negli Uffici della Questura e notiziata l'A.G.la Lepri è stata arrestata per tentato omicidio e tradotta presso il carcere romano di Rebibbia.