Aumentano i controlli disposti dalla Questura sul territorio. La Squadra Mobile ha dato esecuzione a diversi provvedimenti restrittivi nei confronti di altrettanti indagati. In particolare, è stato tratto in arresto in regime di arresti domiciliari P. D. del 1993, perché ritenuto responsabile di tentata estorsione ed atti persecutori, mentre nei confronti di M. A. del 1985, è stata eseguita la misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima, in quanto ritenuto colpevole di atti persecutori nei confronti della moglie. Infine, questa mattina ad Aprilia è stato tratto in arresto il cittadino romeno Stan Vili del 1970, perché colpito da un provvedimento di unificazione di pene concorrenti, dovendo lo stesso scontare la pena di anni 3, mesi 7 e giorni 26 di reclusione per i reati falsità materiale in atto pubblico commessa dal privato, ricettazione e simulazione di reato, nonché per i reati di lesioni personali, violenza e minaccia commessi in Romania per aver esercitato illecite pressioni nei confronti di alcuni elettori. L'arrestato, dopo le formalità di rito è stato tradotto presso la locale Casa Circondariale a disposizione della competente Autorità giudiziaria.