Si è concluso oggi pomeriggio davanti al giudice monocratico del Tribunale di Latina Giorgia Castriota, il processo per i due romeni accusati del brutale pestaggio avvenuto in pieno centro a Latina lo scorso aprile nel cuore della movida pontina. Un anno di reclusione con la sospensione della pena per Alexandro Ilie Ostacioiae, 28 anni, residente a Latina assolto dalla resistenza a pubblico ufficiale e condannato per lesioni e che dunque torna in libertà. Un anno e sei mesi di reclusione invece sia per le lesioni che per la resistenza nei confronti dell'altro imputato Vasile Sorinel Corla, 22 anni, anche lui romeno, erano difesi dall'avvocato Moreno Gullì. La pubblica accusa aveva chiesto invece due anni di reclusione. I fatti contestati erano avvenuti in via don Morosini quando i due stranieri avevano aggredito insieme ad altri connazionali, due giovani, uno di Latina e l'altro di Cori che avevano difeso una ragazza. Era nata una brutale aggressione e i due stranieri erano stati arrestati dalla polizia.