La commissione Statuti e Regolamenti di Pontinia ha discusso il regolamento per l'assegnazione delle case d'emergenza. Un ultimo passo in attesa della discussione in Consiglio comunale, convocato dal presidente Eligio Tombolillo per lunedì alle 20. Il consigliere comunale di minoranza Alfonso Donnarumma (della civica "Alleanza per Pontinia") è però pronto a presentare degli emendamenti.
«Dopo un anno di lavoro - afferma - possiamo dire che il sindaco Carlo Medici e la sua amministrazione stanno procedendo nel solco dellacontinuità col passato. Non c'è stato alcun cambiamento». Al di là delle considerazioni prettamente politiche, Donnarumma - che fa parte anche della commissione Statuti e Regolamenti - passa poi ad affrontare l'argomento delle regole che il Comune di Pontinia ha intenzione di adottare per l'assegnazione degli alloggi d'emergenza.
«Proporrò degli emendamenti - ci anticipa il consigliere di minoranza - perché ritengo che debbano venire prima gli italiani. La mia idea - aggiunge subito dopo - è quella di dare la priorità a chi è residente da più di qualche anno nel nostro comune. Ritengo che questo debba essere uno dei requisiti principali di cui occorre tener conto quanto si andrà a redigere la graduatoria. Ritengo sia ingiusto che con le tasse pagate dalla collettività si vadano a favorire gli ultimi».