Ancora accertamenti per l'incidente stradale che ha causato la morte di Silvia Cera, la 29enne di Nettuno che ha perso la vita nella notte tra il 16 e il 17 luglio scorsi sul cavalcavia che collega il quartiere Zodiaco con Lavinio Stazione, sovrastando la via Nettunense.

In particolare, nel pomeriggio di oggi, i carabinieri della compagnia di Anzio - agli ordini del capitano Lorenzo Buschittari - hanno chiuso al transito il ponte, al fine di effettuare degli accertamenti suppletivi rispetto a quelli messi a punto nell'immediatezza dei fatti. L'obiettivo - chiaramente - è stabilire nel dettaglio la dinamica dell'accaduto e capire se, effettivamente, sia stato un sorpasso azzardato alla base del sinistro, oppure se possa essere accaduta qualche altra cosa.

Non è da trascurare il fatto che i militari potrebbero aver ascoltato la versione del fidanzato di Silvia, che quel giorno era con lei sullo Yamaha T-Max e che era stato trasportato in un ospedale di Roma per le gravi ferite riportate. Ora, fortunatamente, è fuori pericolo.