Non accenna a placarsi, a Sermoneta, l'emergenza legata all'incendio che, da oltre 24 ore, sta devastando la montagna vicina alla cava e all'Abbazia di Valvisciolo.

In particolare, le fiamme hanno praticamente carbonizzato gran parte del territorio boschivo e, ancora adesso, stanno "mangiando" inesorabilmente delle porzioni di territorio. Di conseguenza, è di nuovo al lavoro il Canadair del sistema regionale di protezione civile, che sotto agli occhi incuriositi dei bagnanti si sta rifornendo nel mare antistante le spiagge di Latina.

Sul posto, poi, vigili del fuoco e protezione civile stanno cercando di domare le fiamme con ogni mezzo, ma la situazione è davvero delicata.

La montagna di Sermoneta sembra proprio non voler smettere di bruciare. 

Nelle ultime ore, infatti, le fiamme divampate nel primo pomeriggio a poca distanza dall'Abbazia di Valvisciolo e da una cava hanno ripreso vigore e ora il rogo sta illuminando la notte che, a detta di molti, è giudicata la più torrida dell'anno. 

Il cerchio di fuoco si vede chiaramente anche da Latina e dalle zone limitrofe. 

Vigili del fuoco e protezione civile stanno lavorando incessantemente da ore per limitare i danni e provare a bloccare l'avanzare del rogo. 

di: Francesco Marzoli

Un vasto incendio sta divorando un'area montana nel comune di Sermoneta. Il fumo è ben visibile anche da Latina Scalo, insomma un rogo di vaste proporzioni alimentato purtroppo anche dal vento e dalle alte temperature. Ad andare a fuoco la montagna tra Valvisciolo e Sermoneta. Sul posto, vigili del fuoco protezione civile e anche due mezzi aerei

di: La Redazione