Nel corso di alcuni recenti controlli, la Guardia nazionale ambientale di Ardea ha scoperto - fra le dune della macchia mediterranea presenti lungo la costa rutula - innumerevoli bivacchi, con annesse discariche abusive di rifiuti di ogni genere.
«Sono state sorprese alcune persone di origine nordafricana - hanno riportato, su Facebook, proprio dalla Guardia nazionale ambientale ardeatina - mentre erano intente a disporre sui loro carretti prodotti alimentari da vendere ai bagnanti in spiaggia. La Guardia nazionale ambientale di Ardea sconsiglia a tutti i cittadini di consumare bevande e cibo acquistati da tali venditori ambulanti, in quanto mantengono i loro prodotti da vendere in buche scavate nella sabbia, in condizioni igienicamente pericolose alla mercé di ratti, insetti, rettili. Della situazione riscontrata - concludono le Guardie nazionale ambientali - verranno informate le autorità competenti sul territorio».
Tra il materiale rinvenuto fra le dune non mancano materassi e accampamenti di fortuna, fornelli per preparare il cibo, rifiuti vari, sedie e tavoli ma anche carretti, ombrelloni, stoviglie e tende da campeggio.
Insomma, una situazione preoccupante - come si evince dalle foto che pubblichiamo tratte dalla pagina Facebook della Guardia nazionale ambientale di Ardea -, che si spera possa essere risolta nel più breve tempo possibile a beneficio del decoro e dell'ambiente.