Raffica di controlli nella notte tra sabato e domenica a San Felice Circeo, finalizzati al contrasto dei reati predatori e per garantire più sicurezza sulle strade e anche nei luoghi della "movida". I carabinieri della Stazione, diretti dal luogotenente Antonio Mancini, hanno effettuato – sotto il coordinamento della Compagnia di Terracina guidata dal capitano Margherita Anzini - sopralluoghi in varie attività del centro storico e del litorale. Diverse le irregolarità riscontrate, con quattro locali che sono stati sanzionati.
A dare supporto anche i militari dell'Arma di Monte San Biagio e Terracina, nonché la Compagnia di intervento operativo di Roma. Quattro le pattuglie impegnate. Come si diceva, nel corso dell'attività sono stati multati dei locali perché avevano organizzato intrattenimenti musicali senza la necessaria autorizzazione. Due di queste attività sono situate nel centro storico e altrettante invece sul lungomare Circe. In caso di recidiva, i locali rischiano la chiusura per una settimana.
Particolare attenzione è stata rivolta anche ai controlli su strada per cercare di prevenire fenomeni come la guida in stato di ebbrezza o sotto l'effetto di sostanze stupefacenti. Non solo. Guardia alta da parte delle forze dell'ordine anche contro i "distratti" che al volante controllano gli smartphone - fenomeno pericoloso e sempre più frequente - o coloro che continuano a guidare senza la cintura di sicurezza. Quest'attività di prevenzione fortemente voluta dal Comando provinciale diretto dal colonnello Eduardo Calvi andrà avanti anche nelle prossime settimane e sarà intensificata nei giorni in cui è previsto il maggior numero di presenze sul litorale.