Altri tre incidenti in cui è stata riconosciuta la responsabilità del Comune che scende a patti con la parte lesa e paga. Subito, con una transazione che accorcia i tempi ed evita grane legali. Tre determinazioni dell'avvocatura dell'ente hanno assegnato oltre mille euro a cittadini vittime di sinistri stradali. Ma è solo la punta dell'iceberg. Dall'inizio dell'anno gli atti relativi alla liquidazione dei sinistri stradali in cui sia stata riconosciuta la responsabilità del Comune, vuoi per una buca vuoi per il manto dissestato di una strada o un marciapiede, sono molti di più. Dieci per la precisione, per un importo complessivo di 6.400 euro. Soldi con cui, forse, un po' di bitume qua e là poteva anche essere steso evitando ricorsi ma soprattutto garantendo una maggiore sicurezza. A leggere i documenti si scopre che tra le zone in cui si verificano più incidenti ci sono quelle di via Guado I e via San Magno. In un caso, un cittadino è arrivato a una transazione col Comune per oltre mille euro. Negli altri casi le cifre oscillano tra i 400 e mille euro e si riferiscono a infortuni in viale Piemonte, via Mola di Santa Maria, via Sant'Oliva e via Gegni. Le cifre richieste sono al di sotto della franchigia assicurativa di 2.500 euro. Ecco perché a fronte di rimborsi "leggeri" il Comune può provvedere subito alla liquidazione.