Nuovo intervento della polizia locale sulle spiagge libere a tutela dei consumatori. In particolare, è stato sequestrato un banco di frutta irregolarmente posizionato all'entrata dello stabilimento "Fanciulla d'Anzio" e della spiaggia libera delle Grotte di Nerone. All'arrivo della Municipale - coordinata dal comandante Sergio Ierace - il venditore si è dato alla fuga lasciando il banco e tutta la merce esposta sul posto. È apparsa subito evidente l'illecita vendita posta in essere dando luogo immediatamente al sequestro e alla rimozione del banco e delle cassette di frutta da parte della polizia locale intervenuta sul posto.

Nel contempo giungeva notizia che sempre sulla spiaggia libera alle Grotte di Nerone alcuni ignoti bagnanti avevano posizionato nuovamente una struttura in legno, che già la mattina di Ferragosto era stata fatta rimuovere. Immediato l'intervento, anche in tale frangente, dove la Municipale, con l'aiuto degli operai comunali, ha proceduto alla rimozione della struttura ripristinando la legalità in entrambe le situazioni.

Diversi gli agenti della polizia locale di Anzio in servizio lungo il litorale che hanno svolto attività preventiva nei confronti degli ambulanti al fine di non farli giungere in spiaggia.