Un menù indigesto e una trentina tra operai e amministrativi della Patheon Italia Spa, fabbrica di medicinali e prodotti farmaceutici situata a Ferentino, rimangono intossicati. Forse la carne o l'uovo presente nel menù di ieri una possibile causa. Sul posto ambulanze dell'Ares 118 e i sanitari dell'Asl rimasti questi ultimi fino a tarda sera. La mensa, gestita esternamente e che comunque utilizza tutti generi di sicura provenienza, è stata in via precauzionale chiusa per i controlli. Tutto bene fino al dopo caffè. Quelli del turno delle 14 sono andati così via, alcuni provenienti anche dalla provincia di Latina, e quelli del turno centrale sono invece rimasti per proseguire l'orario di lavoro in azienda. All'improvviso alcuni di questi hanno iniziato a sentire dei malori. Chi se ne era andato ha deciso così di recarsi presso l'ospedale più vicino tanto che i controlli su questo caso si sono avuti presso gli ospedali di Frosinone, Anagni, Alatri e anche Terracina. Anche all'interno dell'azienda quasi contemporaneamente si sono avuti i primi malori. I responsabili aziendali hanno quindi allertato il 118 e vista la serie di richieste di intervento l'Ares ha inviato sul posto numerose ambulanze. Soltanto a Frosinone si sono registrati quindici codici gialli. Al momento soltanto una ragazza manifestava febbre alta ed è stata posta all'attenzione dei sanitari. Nei nosocomi sono stati così avviate le prime analisi per stabilire cosa abbiano esattamente mangiato e, quindi, provocato i malori. Contemporaneamente presso l'azienda sono arrivati anche gli ispettori dell'Asl che hanno avviato una serie di controlli e indagini che hanno riguardato i prodotti alimentari. I responsabili del servizio esterno della mensa hanno evidenziato come tutti i prodotti presenti erano di chiara certificazione e provenienza. Non si esclude anche un malfunzionamento nei frigoriferi, ma questo lo chiariranno i rilievi.