Sembra essere finalmente ad una soluzione l'allarme arsenico nell'acqua dei borghi al nord di  Latina, Aprilia (tranne Campoleone) e alcune zone di Cisterna a causa dell'incendio che il 12 agosto aveva danneggiato la centrale di Carano Giannottola nel comune di Aprilia compromettendo la funzionalità dell'impianto di dearsenizzazione attivo in quel sito, di seguito si forniscono aggiornamenti. La società Acqualatina fa sapere che, come annunciato nella giornata di ieri, oggi è stato installato e attivato il nuovo impianto temporaneo di trattamento della Co2. L'impianto ha lo scopo di ripristinare nell'immediato il trattamento dell'arsenico e riportare i valori al di sotto dei limiti di legge, così da consentire di nuovo l'utilizzo potabile dell'acqua distribuita, a valle del ritiro delle ordinanze comunali. Salvo imprevisti, l'acqua dearsenizzata sarà disponibile all'utenza già a partire dalla serata di domani, 24 agosto. 
A partire dalla giornata di venerdì, 25 agosto, potranno invece essere effettuate le prime analisi di controllo da parte delle ASL competenti. Nel frattempo, i nostri tecnici sono al lavoro per sostituire in modo definitivo le parti della centrale compromesse dall'incendio.