Così come era accaduto ieri per Latina e ancora prima per Nettuno, poco fa è arrivato l'ok da parte del sindaco di Aprilia per l'utilizzo dell'acqua urbana dopo il divieto attivato in alcune zone della città dopo l'incendio che aveva creato forti disagi all'impianto di dearsenizzazione della centrale di Carano Giannottola. "Il Sindaco di Aprilia Antonio Terra ha revocato questa mattina l'ordinanza n. 327/2017 di divieto di approvvigionamento idrico per uso alimentare  - si legge nella nota - Ciò sulla scorta dei referti analitici appena pervenuti da parte dell'Asl, che hanno certificato l'abbassamento dei valori della concentrazione molecolare di arsenico nell'acqua al di sotto dei valori di legge. Le analisi dell'azienda sanitaria locale erano attese dopo l'installazione presso la centrale idrica di Carano Giannottola di un impianto temporaneo per il trattamento dell'acqua proveniente da acquedotto comunale. Alla luce delle stesse analisi, il Sindaco ha preso atto della ritrovata potabilità dell'acqua, revocandone il divieto di utilizzo".