Il sindaco in ferie, l'assessore allo Sport anche e le risposte sull'emergenza Palabianchini sono delegate agli "uffici", ossia ai dirigenti. La politica abdica al proprio ruolo e le società sportive sono costrette ad arrangiarsi con mezzi propri andando a fare la preparazione chi in una palestra locale (il basket) chi a Pontinia (il calcio a 5) e chi a Sabaudia (il volley). La triste foto della vicenda è questa.
Coletta non è in città da almeno due settimane e i rappresentanti della giunta rimasti navigano a vista su questa vicenda rispetto alla quale il primo cittadino non ha offerto vie d'uscite, affidandosi alle scelte di funzionari e dirigenti. I presidenti di volley, calcio a 5 e basket si aspettavano almeno una presa di posizione ufficiale dell'ente dopo la conferenza stampa di giovedì. Invece niente, silenzio assoluto da piazza del Popolo. «Sono tutti in ferie ma lo sono da un anno e oltre - commenta Alessandro Calvi di Forza Italia - La vicenda del Palabianchini è gravissima. L'amministrazione conosceva la situazione e doveva intervenire per tempo. Invece non è stato fatto nulla per la struttura nonostante due sopralluoghi, uno del sindaco Coletta in persona. Mi spiace dirlo ma il primo cittadino non può permettersi di andare in ferie più di una settimana perché i problemi della città non vanno in ferie».

«Ho già parlato con Candido Grande e Gigi Goldner: siamo pronti a coprire, fosse solo con un pezzo di nastro nero, la scritta ‘Latina' sulle maglie. A questo punto, visto il trattamento che stiamo ricevendo, mi sembra il minimo. Dopo le mie dichiarazioni, pensavo ad una reazione da parte del sindaco Coletta ed invece il mio telefonino non ha mai squillato, nè tantomeno ho ricevuto messaggi».  A parlare in questi termini, nella giornata di ieri, il presidente della Taiwan Excellence Latina Volley, Gianrio Falivene, sempre in stretto contatto con i suoi colleghi di calcio a 5 e basket, Gianluca La Starza e Lucio Benacquista. «Vediamo cosa succederà lunedì (ndr, domani), ma Gigi Goldner è più avvelenato dal sottoscritto e avrebbe già voluto agire di conseguenza. Questa storia, con il passare dei giorni, diventa sempre più triste e insopportabile per noi, come per calcio a 5 e basket».