La Procura di Latina ha notificato l'avviso di conclusione indagini ai tre indagati dell'inchiesta condotta dalla Squadra Mobile sulla compravendita della neonata che aveva portato lo scorso marzo all'emissione di tre ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari. Nelle scorse settimane il pm Gregorio Capasso, titolare dell'inchiesta ha messo un punto fermo agli accertamenti che erano stati condotti dalla Squadra Mobile e ha chiuso il fascicolo che era stato aperto dopo una denuncia presentata da un ufficiale del Comune di Latina sulla registrazione, alquanto anomala, della nascita di una bambina. La vicenda aveva suscitato profondo clamore nel capoluogo pontino ma anche ad Anzio dove la piccola era venuta alla luce. Il prezzo della compravendita della neonata era tra 15 e i 20mila euro. Sul registro degli indagati un mediatore, una donna romena madre naturale della piccola e una 35enne del capoluogo pontino.