Si fa sempre più incalzante l'azione seriale della banda di ladri specializzata nelle razzie dei bar tabacchi nelle stazioni di servizio, ma la risposta delle forze dell'ordine non si è fatta attendere. Ieri notte a distanza di ventiquattro ore dalle tre incursioni di venerdì, due delle quali erano andate a vuote, gli scassinatori sono tornati in azione, ma hanno trovato sulla loro strada ancora una volta i poliziotti della Squadra Volante che li hanno costretti a scappare ancora una volta a mani vuote abbandonando l'auto rubata con la quale da due giorni si muovevano attorno al capoluogo lasciandosi dietro una scia di danni ingenti e che sarà sottoposta ai rilievi della scientifica. L'operazione è il frutto dell'attento controllo del territorio, ma anche e soprattutto della capacità di analisi dei fenomeni criminali, finalizzate al contrasto di reati, come questi, che provocano ingenti danni agli esercenti. Il piano d'azione delle Volanti è scattato intorno alle 2:30 quando la solita banda ha preso di mira, per la seconda volta in due notti (la terza visita in pochi mesi), il bar Epicentro che si trova presso il distributore di carburanti Tamoil in via Epitaffio, alle porte di Latina Scalo. La notte prima i ladri avevano sradicato la grata di protezione della porta prima di infrangerne i vetri, ieri invece hanno fatto lo stesso con una vetrina accanto, utilizzando l'automobile per strappare dal muro con una fune la griglia esterna. Poi il cristallo è stato abbattuto a colpi di mazza. La notte prima i ladri erano riusciti a prendere un migliaio di euro dalla cassa, questa volta hanno arraffato qualcosa dal bancone, ma sono stati costretti a scappare all'arrivo dei carabinieri del Nucleo radiomobile. Come la notte prima un testimone ha visto allontanarsi dal luogo del furto una Fiat Idea celeste, un particolare che ha fatto scattare i controlli mirati di polizia e carabinieri soprattutto tra i possibili obiettivi, ossia i bar delle stazioni di servizio.