E' stato identificato e arrestato dai carabinieri del nucleo investigativo di Isernia, il 46enne di Aprilia sospettato di essere il terzo uomo coinvolto nella rapina ad Isernia nell'abitazione del notaio Gamberale. Il colpo non era andato a buon fine. La moglie del professionista, trovandosi faccia a faccia con uno dei rapinatori, aveva chiesto aiuto, ma questo armato di pistola (poi rivelatasi finta) l'aveva colpita e poi trascinata per i piedi in un'altra stanza, prima dell'arrivo dei carabinieri. A finire in manette per primo era stato un 40enne di Aprilia, mentre mentre gli altri due complici, una donna di 33enne e il 46enne di Aprilia erano riusciti a fuggire. La donna era già stata arrestata presa sabato sera all'interno di un locale di Pomezia, il 46enne invece - incastrato dai filmati delle telecamere di videosorveglianza - è stato arrestato la scorsa notte ad Aprilia e trasferito presso il carcere di Latina.