Il caos del servizio mensa del Comune di Latina non accenna a placarsi. Dopo una settimana di code e polemiche agli uffici per il pessimo funzionamento del sistema digitale di iscrizione e fruizione del servizio, il Comune prova a metterci una toppa e sceglie per la prossima settimana di tornare all'uso del cartaceo: nelle scuole le presenze dei bambini che usufruiranno del servizio mensa saranno registrate su carta. Il tutto in attesa di mettere a punto il sistema elettronico avviato poche settimane fa. Secondo una comunicazione inviata dalla dirigente Grazia De Simone alle scuole del capoluogo, «alla data odierna si registra una discordanza tra il numero degli utenti trasmessi dalle vostre segreterie e le domande di iscrizione on line acquisite al sistema. Inoltre è stato riscontrato che alcuni istituti scolastici non hanno ancora dotato i plessi della Sim per la trasmissione dei dati tramite tablet». Per questo, «per la settimana dal 2 al 6 ottobre la registrazione delle presenze relative alla mensa sarà rilevata utilizzando il cartaceo: i plessi invieranno giornalmente gli elenchi nominativi dei bambini che usufruiranno della mensa alle segreterie che a loro volta provvederanno a trasmetterli via mail al Comune". Dal 9 ottobre sarà invece avviata la procedura elettronica e saranno ammessi solo i bambini le cui famiglie avranno perfezionato la domanda di iscrizione online.

Una nota del Comune infatti annuncia che "è stato prorogato fino a venerdì 6 ottobre il termine per l'iscrizione online al servizio di mensa scolastica. Le famiglie dei bambini che non hanno ancora provveduto, sono invitate ad effettuare al più presto la procedura di iscrizione online. A partire dal 9 ottobre i bambini non iscritti non potranno fruire del servizio. Gli uffici sono a disposizione degli utenti in difficoltà con la procedura online e per il ritiro dei ticket cartacei negli orari di apertura al pubblico: il lunedì, martedì e giovedì dalle 10:30 alle 12:30, il martedì e giovedì anche dalle 15:30 alle 17:00".