Sono Gianni Savo e Rocco Marcianò i due imprenditori ai quali la Guardia di Finanza, su decreto del Giudice Mara Mattioli, ha sequestrato beni, conti correnti e quote societarie per un valore che si aggira intorno al milione e mezzo di euro. Il sostituto procuratore Valerio De Luca si muove ormai da diversi mesi sull'accidentato terreno delle frodi all'erario e dell'autoriciclaggio, reati che rimandano ad una fiorente costellazione di imprese dislocate tra Cisterna ed Aprilia e che sembrano fare capo ad un medesimo centro di potere gestionale. Nel maggio scorso il Tribunale di Latina aveva disposto il sequestro preventivo di un terreno e di un cantiere mai ultimato per la realizzazione di un grande centro commerciale a Cisterna; proprietaria di quegli immobili è risultata essere la Value Plus srl, una società di cui è amministratore unico una donna di 51 anni, poi risultata a capo di una vera e propria galassia di società sparse sul territorio pontino, prevalentemente nella zona di Cisterna.

I dettagli sull'edizione ORA in edicola di Latina Oggi