«Oltre 48 ore senza ricevere un filo d'acqua, con bollettini informativi che parlano del calo di disponibilità idrica, danno orari precisi e giorni in cui l'acqua tornerà e poi, dopo 36 ore, si accorgono che c'è un guasto improvviso. E' una vergogna». Queste alcune delle lamentele che ieri si potevano raccogliere nei pressi di cisterne, fontane di Minturno capoluogo da parte di cittadini che, armati di secchi, contenitori, bottiglie e bacinelle, cercavano di portare acqua nelle proprie abitazioni. Affermare che l'informazione di Acqualatina, almeno nelle ultime note, ha fatto...acqua, è dire poco, in quanto una zona ampia come via Monte Natale, Solacciano, via Luigi Cadorna, Monte Ducale e via San Sebastiano, sono rimaste a secco dal tardo pomeriggio di venerdì scorso. In altre zone è mancata, come ha avvertito Acqualatina, ma ieri comunque c'è stata disponibilità, anche se non continua. Ieri mattina, dopo 36 ore di siccità, il numero dei guasti di Acqualatina è stato tempestato di telefonate, nelle quali si segnalava che da venerdì scorso non usciva acqua dai rubinetti. Alle 11,45 è arrivato il bollettino di Acqualatina che comunicava ai cittadini che c'era una interruzione idrica improvvisa, per un guasto sulla rete comunale. «Un guasto- hanno affermato i cittadini infuriati, mentre riempivano le bottiglie- che noi abbiamo rilevato da venerdì sera...."