"A seguito del sequestro dell'impianto di trattamento rifiuti Sep di Pontinia, operato dai Carabinieri del Nipaf questa mattina, si invita la cittadinanza ad evitare di conferire la frazione umido-organica della raccolta differenziata per i prossimi due giorni, laddove non fosse strettamente urgente e necessario". 

Poche righe di comunicato divulgato dal Comune di Latina che apre uno squarcio per quanto concerne lo smaltimento dei rifiuti della città. Una problematica pronta a implodere con un effetto a catena che riguarderà anche gli altri comuni della provincia con tutte le conseguenze disastrose che si verificheranno ora che la cittadinanza è stata invitata, in pratica, a non gettare l'umido per i prossimi due giorni. L'emergenza dovrà essere risolta nel breve periodo.