La splendida pineta della Gallinara è in pericolo. A lanciare l'allarme sono i residenti della zona di Lido dei Pini che vogliono porre l'attenzione sullo stato di abbandono in cui versa il bellissimo polmone verde al confine tra i Comuni di Anzio e Ardea. La pineta della Gallinara e i suoi bellissimi esemplari sono infatti stati attaccati dal patogeno Tomicus, un parassita che sta letteralmente divorando tutti gli alberi della pineta e che è molto diffuso sul territorio. I coleotteri scolitidi appartenenti al genere tomicus, noto come "distruttore di pini", sono fra i più temuti insetti forestali dell'arco alpino e delle regioni mediterranee e sono in grado di approfittare delle precarie condizioni di vita dei soprassuoli arborei e sono capaci di alterare le dinamiche di interi sistemi forestali.
Gli adulti attaccano i germogli, mentre le larve si sviluppano nella corteccia del tronco e dei grossi rami. Nella zona corticale del tronco e dei grossi rami le femmine scavano gallerie materne longitudinali, dalle quali si dipartono escavazioni larvali; nella zona midollare dell'apice dei germogli vengono scavati cunicoli midollari da parte degli adulti. Si tratta di un parassita molto aggressivo e per questo la prevenzione o un intervento immediato è fondamentale per evitare danni irreparabili
«Chi è intervenuto si è limitato solo a tagliare i pini secchi - dicono i residenti che hanno denunciato la situazione - ma non è stato usato alcun trattamento fitosanitario e di questo passo si seccherà tutta la pineta. Entro 10 anni non esisterà più un pino e Lido dei Pini rimarrà solo un lontano ricordo».