È finito in trappola nella notte il ladro solitario che, nelle ultime settimane, ha messo a segno una lunga serie di furti, soprattutto ai danni di attività commerciali, girando Latina e dintorni in bicicletta: si tratta di un cittadino nordafricano di 32 anni che domani sarà processato con rito direttissimo. Per porre fine all'escalation interminabile di razzie i carabinieri della Compagnia del capoluogo, diretti dal maggiore Carlo Maria Segreto, avevano programmato una serie di servizi mirati di controllo nelle zone più colpite e stanotte una pattuglia del Comando stazione di Latina Scalo, i militari del maresciallo Amedeo Mauro, è riuscita a bloccare lo scassinatore dopo l'incursione in un negozio gestito da cinesi che si trova nei pressi dello scalo ferroviario, tra l'altro già colpito nella tarda serata di sabato.
Gli investigatori dell'Arma sono ora al lavoro per accertare il coinvolgimento dell'uomo anche nei precedenti raid, tutti accomunati dallo stesso modus operandi: forzando saracinesche, porte o finestre lo scassinatore entrava nei negozi e nelle piccole aziende, soprattutto i locali sprovvisti di allarme, per svuotare i registratori di cassa e prendere qualche oggetto di modesto valore. I filmati registrati dalle telecamere di video sorveglianza di alcune attività rivelano già il coinvolgimento dello stesso ladro in alcuni degli ultimi casi, come il tentato furto all'osteria Da Giorgione, in centro, dove appunto l'autore era arrivato con una bicicletta che aveva lasciato lì per scappare a piedi dopo essere stato scoperto.