Si chiama Nicoletta Gazzea, è un ingegnere ambientale di 40 anni e vive a Torvajanica. Questa l'identità della donna che, all'alba di ieri (6 ottobre 2017) è morta in via Pratica di Mare travolta dalla sua stessa auto, dalla quale era scesa poco prima dopo un banale incidente.

Ricordiamo, infatti, che mentre si trovava davanti alla sua Ford Fiesta, Nicoletta ha visto una Lancia Ypsilon tamponare violentemente la propria auto, che a sua volta è finita contro di lei e l'ha travolta. Inutili, a quel punto, sono stati i soccorsi dei sanitari del 118, chiamati poco dopo l'accaduto.

I fatti sono avvenuti attorno alle quattro e mezza del mattino all'altezza del chilometro otto della Provinciale: a rilevare l'accaduto ci hanno pensato gli agenti della polizia di Roma Capitale.

Nella giornata di ieri, poi, è arrivato anche il cordoglio dell'Ispra, l'Istituto superiore per la protezione ambientale: "Oggi molti di noi hanno perso, oltre che una collega, un'amica preziosa. Nicoletta - si legge nella nota - lascia un enorme vuoto in chi ha avuto la possibilità di conoscerla. Ha lavorato per 10 anni in ISPRA con grande professionalità, dedizione e impegno e con la stessa grinta e passione contagiose che caratterizzavano ogni suo gesto. Ingegnere ambientale, negli ultimi anni stava curando il coordinamento di alcune attività di monitoraggio svolte dalle Agenzie Regionali per la Protezione dell'Ambiente in attuazione della Direttiva Marine Strategy e la progettazione e realizzazione presso il MATTM di una banca dati ambientali marini connessa alle attività di monitoraggio previste".

All'alba di oggi, 6 ottobre 2017, via Pratica di Mare - nel territorio di Roma ma a poca distanza dal confine comunale con Pomezia - è stata teatro di un terribile incidente stradale. In special modo, una donna di 40 anni - N.G. le sue iniziali - è stata investita dalla sua stessa auto e ha perso la vita.

Tutto è avvenuto attorno alle 4.30 del mattino: la signora stava viaggiando con la sua Ford Fiesta in direzione della Pontina quando sarebbe stata coinvolta in un piccolo incidente, senza feriti, avvenuto al chilometro otto della via che collega la 148 al litorale di Campo Ascolano e Torvajanica. Uscita dall'abitacolo della Fiesta illesa, la donna è poi stata travolta dalla sua stessa auto: una Lancia Ypsilon, infatti, è sopraggiunta in zona e ha tamponato violentemente la vettura della donna, che a sua volta ha impattato contro la proprietaria.

A quel punto, i soccorsi sono stati purtroppo inutili: i sanitari del 118, infatti, non hanno potuto salvarle la vita e hanno constatato il decesso. Per i rilievi sono intervenuti gli agenti del gruppo Gpit coi colleghi di Marconi ed Eur della polizia di Roma Capitale, mentre i carabinieri della Compagnia di Pomezia chiudevano la strada in entrambe le direzioni di marcia. Inevitabili, soprattutto dopo le sei del mattino, le ripercussioni sul traffico, sia sulla viabilità locale che sulla Pontina.

Il conducente della Lancia Ypsilon, che si è comunque fermato a prestare soccorso, sarà sottoposto agli accertamenti per verificare il suo stato psicofisico.

di: Francesco Marzoli