I giudici del Tribunale del Riesame hanno disposto il dissequestro dei 15mila euro sequestrati a tre persone, tra cui due fratelli residenti a Latina, fermati dalla polizia stradale ad Albano lo scorso 22 settembre. A presentare il ricorso era stato l'avvocato che assiste gli indagati e alla fine i magistrati romani hanno sciolto la riserva, togliendo i sigilli alla somma di denaro e accogliendo l'istanza della difesa. L'operazione era scattata quando tre latinensi erano stati bloccati nella zona dei Castelli Romani, a Pavona tra via del Mare e la Nettunenese con alcuni arnesi da scasso, comprese delle chiavi di alcune supercar.