Dieci indagati dell'operazione Olimpia, hanno chiesto di essere interrogati dal magistrato inquirente Giuseppe Miliano. E' una azione di una parte del collegio difensivo, dopo che la Procura ha notificato nelle scorse settimane l'avviso di conclusione indagini. Le persone che depositeranno memorie difensive e chiederanno di essere ascoltate in via Ezio, ricoprono a quanto pare una posizione marginale rispetto a chi era stato sottoposto ad una misura restrittiva che poi era stata annullata dai giudici del Tribunale del Riesame. I magistrati romani infatti avevano azzerato una parte delle accuse, lasciando soltanto in piedi la contestazione di un vincolo associativo: quello relativo ai rapporti tra il Comune e il Latina Calcio.  In un primo momento erano 59 le persone indagate ma successivamente la Procura ha valutato la posizione di tutte le persone finite sotto inchiesta e infatti quando è stato notificato il 415, alcuni sono stati esclusi, una circostanza che sembra preludere ad una richiesta di archiviazione e sono: l'avvocato Maurizio Mansutti il collega Fabio Cirilli, l'ex vicepresidente della Provincia Salvatore De Monaco, l'ex consigliere regionale e Presidente dell'Astral Giovan Battista Giorgi. E poi gli imprenditori Giancarlo Piattella, Mario Gatti, Stefano Gatti e Andrea Palombo, il notaio Massimo Lottini e il Comandante della Polizia Locale Francesco Passaretti. 

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (Domenica 22 ottobre)