I "topi" d'appartamento sono tornati in azione più volte nei giorni scorsi, in città come in periferia, in cerca di abitazioni incustodite da svaligiare indisturbati. Il colpo più eclatante è stato messo a segno tra il pomeriggio e la serata di sabato, nel centro abitato di Borgo Bainsizza, dove i proprietari di casa hanno fatto l'amara scoperta solo al loro ritorno. Nel lasso di tempo in cui la villetta è rimasta incustodita, gli scassinatori ne hanno approfittato per entrare in azione e raccogliere un bottino ingente. Quando le vittime hanno fatto ritorno a casa, in via della Speranza, la strada che dal centro di Bainsizza riporta verso via Macchia Grande, ormai dei soliti ignoti non c'era più traccia. I ladri avevano avuto tutto il tempo di introdursi nella casa e passare in rassegna le stanze, quindi abbandonare quel luogo in tempo utile per scappare senza essere notati dai malcapitati. Dopo la segnalazione alla centrale operativa del 113 infatti le pattuglie della Squadra Volante non hanno potuto fare altro che constatare furto e danneggiamento. I "topi" d'appartamento tra le altre cose sono stati attenti a non lasciare tracce utili alle indagini, utilizzando le accortezze del caso. Non sarebbe di certo una novità, infatti, se indossavano guanti alle mani per non imprimere le loro impronte digitali.