Prosegue la lotta del Comune di Pomezia contro i mancati pagamenti della Tosap da parte degli operatori commerciali titolari dei posteggi nei mercati settimanali del territorio.
Dopo i provvedimenti firmati la scorsa settimana e relativi agli espositori di Torvajanica, nei giorni scorsi è toccato agli ambulanti che occupano un posteggio all'interno del mercato di Campo Ascolano.
In particolare, il dirigente del settore Attività produttive, Giovanni Ugoccioni, ha firmato le determine che sospendono con effetto immediato le concessioni e le autorizzazioni per 21 commercianti ambulanti, in quanto agli atti dell'ente non risultano i pagamenti della Tassa per l'occupazione del suolo e delle aree pubbliche per l'anno 2017 e, in alcuni casi, anche per periodi precedenti.
Di conseguenza, per 60 giorni, i banchi non potranno essere allestiti. In questo periodo, i destinatari del provvedimento potranno mettersi in regola e ottenere l'immediata revoca del provvedimento, oppure dimostrare di aver già pagato.
Qualora, però, non venga sistemata la posizione tributaria nei confronti del Comune, le concessioni e autorizzazioni sospese saranno revocate, col loro titolare che potrà presentare eventuali controdeduzioni entro 30 giorni.
Chiaramente, contro le determine è possibile promuovere un ricorso al Tar del Lazio entro 60 giorni dalla notifica del provvedimento, oppure adire il Presidente della Repubblica entro 120 giorni.
Il dirigente, vale la pena ricordarlo, attraverso gli atti da lui firmati ha applicato i dettami del Regolamento comunale per l'occupazione di spazi e aree pubbliche, approvato in Consiglio nel mese di marzo del 2016.